A Benedetto…


Nel 2007, quando abbiano iniziato questa avventura egli era con noi, la sua partecipazione alla vita della misericordia di Celano prima e di Aielli dopo, e' stata costante. Sempre pronto ad ogni emergenza, sempre disponibile ad accompagnare le persone bisognose presso ospedali e altri enti per cercare di risolvere ogni loro problema. Durante i soccorsi il suo continuo parlare faceva impazzire pazienti e familiari. Allegro spigliato, spiritoso, generoso, altruista, non bastano tutti gli aggettivi per descriverlo. La sua immensa bontà, la sua grande voglia di fare, di donare, di essere sempre disponibile, fanno di Benedetto una persona da non dimenticare. e' sempre presente, basta un aneddoto, un ricordo, un'allusione, a riportarlo tra noi.
Si dice che Dio chiami a sé le persone buone e generose, lo ha fatto anche con Benedetto, forse perché ha bisogno di lui in cielo. Abbiamo pianto la sua morte assurda, gli abbiamo dedicato la sede della Misericordia con grande gioia, sapendo che egli dal cielo ci guarda e ci sprona ad andare avanti, a seguitare a portare aiuto a chi lo chiede, ad essere disponibili con il nostro prossimo e ad amare la vita.

Ciao confratello…….